In questo edificio è narrata la storia di Buccino a partire dal III millennio a. C., essendo l'area del comune già abitata nel neolitico, fino alla sua romanizzazione. Tutti gli aspetti della vita di un antico abitante di Volcei sono documentati, armi, vasi, utensili e una interessante collezione di gioielli appartenuta ad una sacedotessa. Molto suggestiva è l'ultima sala dove è stata ricostruita l'antica sala dei banchetti facente parte dell'area sacra situata in località S. Stefano. In questo ambiente del museo è stato portato il mosaico a tessere che faceva da pavimento, il più antico tra quelli scomuseo buccinoperti in Italia. Una stella a sei punte è situata al centro e ai quattro angoli sono raffigurati dei delfini nell'atto di saltare fuori dall'acqua. Una serie di onde stilizzate fanno da cornice al disegno. Sui mobili in legno fedelmente ricostruiti sono stati posizionati gli arredi tipici di ogni banchetto ritrovati nelle varie tombe. La struttura museale è situata nell'ex convento degli Eremitani di S.Agostino risalente al 1476 e progettato dall’architetto Natale di Ragusa. Suggestivo è il suo chiostro delimitato da 23 colonne con capitelli corinzi decorati a motivi vegetali, provenienti da un tempio romano.

Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 ed il numero telefonico per chiedere informazioni o prenotare una visita guidata al centro antico di Volcei è 0828 951815